AGCM: la sanzione ad Amazon per il self-preferencing

AGCM: la sanzione ad Amazon per il self-preferencing

Il recente sviluppo del settore digitale, unitamente alla pandemia in corso, ha determinato un incremento del ruolo e delle quote di mercato occupate dalle big tech industries operanti nei settori dei servizi online e dell’e-commerce.

La crescente presenza di questi colossi ha spinto l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ad effettuare pregnanti controlli sul loro operato e sulle attività da questi compiute all’interno del libero mercato; non a caso, l’Autorità è quindi intervenuta sanzionando – per ragioni eterogenee – Amazon ed Apple, in data 23 novembre 2021, nonché la stessa Apple e Google, il giorno 26 novembre 2021…

Per avere maggiori informazioni clicca il link di seguito:

AGCM la sanzione ad Amazon per il self-preferencing

Condividi articolo
LinkedIn
Twitter
Facebook